delleAli – POESIA TEXTURA FESTIVAL

il Poesia Textura Festival

INCURSIONI POETICHE DI DANZA URBANA (4 aprile 2009)

danzaurbana

sabato 04 aprile
ore 17.00>19.00- vie del centro Vimercate

INCURSIONI POETICHE DI DANZA URBANA

P.S.   la poetica del silenzio
di e con Marcella Fanzaga
Percepire la “mente” di un luogo ed entrarvi in risonanza per tradurla in linguaggio corporeo.
Un susseguirsi dinamico di impulsi e gesti essenziali che traslano significati nella relazione con lo spettatore, coinvolto nell’incontro attraverso un intimo gioco di specchi.

DUE
performance urbana

a cura della compagnia Schuko
di e con Marta Melucci, Francesca Telli
Un luogo pubblico diventa scenario di un incontro. Il “due” come esperienza di sé, del proprio spazio vitale, della forza di gravità.

CIVILIZATION #1
performance sulla mutevolezza del paesaggio per una danzatrice e molti libri

produzione compagnia Lucylab.evoluzioni
di e con Rosita Mariani
collaborazione alla realizzazione Cinzia Severino
La percezione del corpo nello spazio e dello spazio attraverso il corpo forma la presenza umana nel mondo. L’identità, il territorio, l’altro, trasformano l’ambiente e noi stessi in una continuità di cause ed effetti. La sensazione di questo flusso inafferrabile è il punto di partenza di “civilization #1”, che con curiosità e vocazione surrealista apre lo sguardo all’esperienza soggettiva della realtà. Come in un gioco, si costruisce una città di libri: la danza ne modifica gli elementi, i nuovi panorami modificano l’architettura del corpo e le geometrie del movimento. Ne nasce una geografia privata del luogo, a volte ironica, a volte evocativa di un altrove del corpo.

Articolo e video su MBnews

———-

Marcella Fanzaga si è diplomata in Danza Contemporanea presso la School for New Dance Development di Amsterdam, in Teatro Danza presso la Civica P. Grassi e in Danza Terapia con Maria Fux presso la Civica Scuola di Animazione Pedagogica e Sociale di Milano. Ha studiato a New York alla Erick Hawkins Dance Foundation ed al Limon Institute.
Ha danzato per coreografi quali Min Tanaka, Katie Duck e Masaki Iwana, facendo parte della compagnia di danza Butoh Habillé d’eau. Con le proprie coreografie ha partecipato a numerosi festival in Italia. Ha orientato la propria ricerca approfondendo l’arte dell’improvvisazione, come composizione istantanea, collaborando con diversi musicisti tra cui Maddalena Zeiro, Alessandro Bosetti, Carlo Virzi, Fakhraddin Gafarov e Gianni Mimmo. Insegna Danza Contemporanea – Improvvisazione – Danza Terapia – Danza Creativa collaborando con scuole private ed enti pubblici, e scuole di formazione professionale. Tiene laboratori di Training Fisico e Teatro Danza per attori sia in Italia sia all’estero. Da dieci anni realizza progetti di sensibilizzazione alla danza approvati dal Provveditorato agli Studi di Milano presso le scuole dell’infanzia, elementari e medie. Da Novembre 2006 è Direttrice Artistica della rassegna di Danza Contemporanea “Uscite d’Emergenza” presso la Comuna Baires di Milano. Da Ottobre 2008 è Curatrice di “Meeting Point-Under the Roof” progetto internazionale ed interdisciplinare di Improvvisazione e Composizione Istantanea in collaborazione con il Meeting Point Network Europeo.

Schuko – La compagnia nasce dall’incontro delle danzatrici Marta Melucci e Francesca Telli, che condividono una formazione comune nell’ambito della danza contemporanea. Costituitesi nel 2003 come il duetto UMPALUMPA prodAction, si dedicano alla creazione di performance presentate nell’ambito di alcuni festival del panorama italiano, inserendo la danza all’interno di contesti inusuali come spazi urbani, giardini, aree dismesse. Nel 2007, insieme al light designer Paolo Spotti, fondano Schuko, gruppo che collabora con giovani artisti provenienti da diverse formazioni, proponendosi in vari contesti performativi con un linguaggio multiplo. SCHUKO è il nome di una presa elettrica, strumento indispensabile per il passaggio di corrente e il funzionamento di apparecchiature tecnologiche e al tempo stesso rimando ad un contatto attivo, ad un passaggio di energia, come avviene tra corpi che danzano insieme. Schuko svela il carattere multimediale del gruppo, alludendo tuttavia all’artigianalità dei suoi prodotti, che funzionano solo laddove si crei un contatto, una presa diretta sul pubblico secondo i canoni della performance dal vivo.

Lucylab nata come compagnia nel 2004 con la direzione della coreografa rosita mariani, lucylab.evoluzioni si costituisce come associazione culturale nel 2006. La ricerca, che contraddistingue e qualifica il lavoro coreografico, ha delineato nel tempo un percorso che mette il corpo al centro dell’identità umana. il movimento diviene lo strumento per esplorare la persona: mettendo in gioco tempo, spazio, leggi della fisica, emergono altri elementi, emotivi, simbolici, al di sotto dei quali affiorano strati di memorie motorie appartenenti alla storia individuale e a quella collettiva; la danza disegna una geografia del corpo e dello spazio, mappatura interiore e della relazione; l’azione fisica svela sostanze profonde, aprendo la porta dell’anima sull’immaginario. il senso della ricerca sta nel rapportare ciò che scaturisce dal processo sperimentale e creativo con la presenza nella realtà, per provare a vedere la vicenda umana con gli occhi del suo corpo. dalla creazione coreografica all’improvvisazione, alla formazione, all’integrazione con altre discipline dell’arte e della scienza, questo modo di sentire è il cardine attorno cui ruota tutta l’attività della compagnia. Le produzioni attualmente in scena sono “c14 – solo sulla memoria fisica”, in prima nazionale al festival danza estate di bergamo nel 2004, performance per una danzatrice, “moto da luogo”, trio semifinalista al premio scenario 2005, “tabula rasa”, performance per una danzatrice e un musicista, e “drosophila – clownerie scientifica sul moscerino della frutta”, presentato in anteprima alla festa del teatro del comune di milano, edizione 2007, e in prima assoluta al teatro guanella-campoteatrale, milano, nel 2008. è appena stato realizzato il video “il silenzio degli occhi”.  I progetti in corso di realizzazione riguardano performance in contesto urbano (“mobilis”), spettacoli per il palcoscenico (“lucy in the sky”), opere di videodanza, in assoluta libertà di scelta della modalità più idonea per lo svolgimento del tema scelto. per quanto riguarda l’area della formazione, lucylab.evoluzioni organizza corsi regolari per danzatori e per curiosi del movimento, seminari tematici rivolti a professionisti, incontri di improvvisazione e sperimentazione aperti a tutti. Il nome lucylab è un omaggio a lucy, australopithecus afarensis vissuto 3 milioni e mezzo di anni fa. il ritrovamento dei suoi resti ha rimesso in discussione alcune questioni fondamentali a proposito dell’evoluzione umana. collaboratori cinzia severino danz-attrice, igor sciavolino, musicista, marta melucci, danzatrice, francesca telli, danzatrice, lia courrier, danzatrice, marta ciàppina, danzatrice, paolo spotti, light designer, roberto lalli, light designer, emilio de tullio, fotografo, gianluigi gherzi, drammaturgo, simone durante, videomaker, valeria rabbordi perversi, grafica partners c.s.c. anymore, bergamo, associazione culturale traiettorie, como, associazione mami wata, milano, proscaenium, gallarate

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: